Questo sito contribuisce alla audience di
Panettone gastronomico

Il panettone gastronomico è una di quelle cose che durante le feste natalizie o un buffet non deve mai mancare, si tratta di un impasto di pasta brioche detto pan canasta farcito a strati alternati con vari gusti. Ho provato quindi a preparare il mio primo panettone gastronomico così da testarlo prima di portarlo in tavola a Natale, l’ho trovato buonissimo davvero anche se l’ho farcito con quello che avevo in frigo in quel momento 😉 Vi consiglio di preparare il pan canasta il giorno prima, e comunque di tagliarlo e farcirlo quando è completamente freddo e mangiarlo solo dopo almeno un paio d’ore così che si fondano tutti i sapori. Se decidete di provare la ricetta, comprate 2 stampi da 750 g così da poterne utilizzare uno anche per il panettone che vi posto lunedì. Vi auguro un felice fine settimana e vado ad iniziare la mia giornata, bacino a chi passa di qui.

Ingredienti per pan canasta con uno stampo da 750 gr:
300 gr di farina 0
300 gr di farina 00
250 ml di latte
2 uova
100 gr di burro
20 gr di lievito di birra
50 gr di zucchero
1 cucchiaino di sale

100 gr di prosciutto cotto
6 sottilette
100 gr di maionese
100 gr di tonno sott’olio
100 gr di olive verdi
100 gr di pomodorini

Tempo di preparazione: 30 min
Tempo di cottura: 40 min
Tempo totale: 1 ora 10 min + 3 ore di lievitazione

Come fare il panettone gastronomico

Mescolate le farine con lo zucchero, poi fate un buco al centro e aggiungete il lievito disciolto nel latte. Per chi usa la planetaria, invece, mettete prima i liquidi e aggiungete prima metà farina e poi l’altra metà.
0

Iniziate a lavorare l’impasto e, quando la farina sarà stata assorbita, aggiungete il burro e le uova e continuate ad impastare.
2

Impastate a lungo fino a formare un panetto morbido ed elastico.
1

Fate una palla con l’impasto, poi mettete a lievitare per 1 ora, coperto da un canovaccio, in un posto caldo.
3
4

Riprendete l’impasto, formate una palla e mettetelo nello stampo con la parte liscia rivolta verso l’alto. Coprite con un canovaccio e mettete in un luogo caldo a lievitare per 2 ore.
5

Spennellate ora la superficie con un po’ di latte ed infornate a 180°C in forno già caldo.
6

Cuocete il pan canasta per 40 minuti circa.
7

Una volta uscito dal forno, bucate la base con degli stuzzicadenti molto lunghi e mettete a raffreddare a testa in giù.
8

Riprendere il pan canasta, toglierlo dallo stampo e pòoggiatelo su un piano
9

Quando sarà perfettamente raffreddato, tagliatelo in 5/6 strati orizzontali
10

Non dovendolo servire per tante persone, io ho deciso di farcire tutti gli strati (ecco i miei gusti: maionese e tonno, sottilette e prosciutto, formaggio olive e pomodorini e cetriolini), così che ognuno prendesse la sua fetta con tutti i gusti, ma per servirlo ad un buffet bisognerebbe lasciare uno strato vuoto tra un ripieno e l’altro: fate voi.
11B copia

Tagliate a spicchi il vostro panettone gastronomico e servite.
Pan canasta
Pancanasta-aperto

Condividi ricetta su Facebook
Antipasti di Natale, ricetta di Flavia Imperatore 5 stelle in base a94 voti

Ricette simili

Ricette simili o con gli stessi ingredienti di Panettone gastronomico

Categorie ricetta

Tutte le categorie in cui è presente questa ricetta

Ricette per ingrediente

Elenco di ricette che utilizzano questi ingredienti

Spiacente, i commenti per questa ricetta sono chiusi.

94 commenti alla ricetta

Panettone gastronomico
  1. manola — 7 dicembre 2013 @ 10:12 am

    un’ alternativa alle classiche tartine molto molto carino brava Misya un caro abbraccio bello fresco alle mie amiche ciao alla prossima ricettina natalizia

  2. Marzia — 7 dicembre 2013 @ 10:25 am

    Buono buono!!! 😀 Nel weekend cerco di trovare gli stampi.. speriamo di riuscire nell’impresa!! A lunedi con il panettone!! 😀
    Baci e buon weekend!!

  3. Milena — 7 dicembre 2013 @ 10:37 am

    Sei fortunata a fare un lavoro che ti piace. Perchè per te ormai questo è un lavoro. Dedichi molto tempo ai fornelli, la maggior parte del tuo tempo. Per noi altre che facciamo un lavoro d’ufficio o altro ci risulta molto difficile seguire queste ricette che proponi, specie queste di Natale (non tutte ovvio), perchè hanno dei procedimenti eterni. Quindi come gli altri anni prendo il pannettone già pronto e lo farcisco!

  4. Maria75 — 7 dicembre 2013 @ 10:59 am

    Buongiorno buonissimo questo panettone fino a qualche anno fa non ne conoscevo neanche l’esistenza, non l’ho mai preparato vorrei provarci non appena trovo lo stampo ci provo e poi chi lo ha detto che si può fare solo a Natale?
    Buon sabato a te Flavia e a tutte le care cuochine

  5. Sushi — 7 dicembre 2013 @ 11:11 am

    Quanto burro?

  6. katia — 7 dicembre 2013 @ 11:29 am

    Ciao Misya….che bella ricetta per le feste!! Volevo chiederti se è meglio cuocerlo con forno ventilato o statico e se va nel ripiano più basso, come la chiffon cake.
    Grazie, buona giornata!

  7. Misya — 7 dicembre 2013 @ 12:04 pm

    Buondì scusate ho corretto inserendo la quantità di burro 😉
    Per la cottura io ho fatto forno statico nel ripiano al centro 😉

  8. delizia divina — 7 dicembre 2013 @ 12:18 pm

    wow che buono…brava!!!

  9. mary — 7 dicembre 2013 @ 12:20 pm

    Ciao, bella idea per natale….ma ho un dubbio,come si possono prendere le fette se lo si farcisce cosi ovvero se lo farcisci ad ogni strato? Non si dovrebbe lasciare uno strato senza nulla in modo tale da prendere il tramezzino nei vari gusti?

  10. Frilly — 7 dicembre 2013 @ 12:20 pm

    Siiii è buonissimo lo preparero’. Buon week end a tutti. Bacioni

  11. romina — 7 dicembre 2013 @ 12:40 pm

    ciao cara! guarda un pò qui cosa mi trovo…bè che dire semplicemente GRAZIE GRAZIE GRAZIE! tu ci vizi…arrivi sempre ovunque…ho visto che hai usato lo stampo di carta, qui in giro non so dove trovarli mi sà che li ordinerò su internet, spero di riuscire a farlo e fare una bella sorpresa x Natale! sei la migliore Flavia…con il cuore proprio!

  12. danny74 — 7 dicembre 2013 @ 2:06 pm

    Ciai Mis,conosco questa ricetta l’ho preparato a maggio per la comunione di mio figlio ed è riuscito benissimo, l’unuca difficoltá che ho avuto è quando ho bucaro il panettone per metterlo a raffreddare. Volevo chiederti
    ,se se mette a raffreddare in una pentola come si vede nella foto ul panettone non rimane umido a causa della condensa???? Non vedo l’ora che venga lunexi per avere la ricetta del panettone. Grazie cara e bacini a Elisa.

    Bacini a tutte le cuochine e ai bimbi.

  13. silvietta83 — 7 dicembre 2013 @ 3:44 pm

    Misya, e che ci tieni! Pure il panettone gastronomico!!!:-p

  14. Francy — 7 dicembre 2013 @ 3:55 pm

    Ciao a tutti!
    Complimenti mysia! Ti superi sempre di più! :)
    Potreste compilare questo sondaggio riguardante i programmi di cucina (e farlo compilare anche ad amici e conoscenti, per favore) che mi serve per il corso di marketing dell’università? :)
    https://unibocconi.qualtrics.com/SE/?SID=SV_6rndNY2ocN5rnLf

    Grazie mille! :)

  15. Annalisa — 7 dicembre 2013 @ 3:57 pm

    bellissimo!!!! mi piace l’impasto di questo pane!bravissima! aspetto il panettone

  16. stilly — 7 dicembre 2013 @ 4:00 pm

    Mmmmm che buono! L’ho mangiato tante volte ma non l’ho mai preparato.Volevo chiederti un consiglio, non sarebbe meglio tagliarlo in 6 strati per avere la possibilità di prendere singolarmente i tramezzini ognuno con il proprio ripieno? Grazie e complimenti

  17. Veronica88 — 7 dicembre 2013 @ 4:31 pm

    Questo è un panettone k mette d’accordo un pó tutti i gusti… Sarà difficile trovare qualcuno k nn lo gradirà 😉 anke perchè puoi sbizzarrirti come vuoi con le farciture!!! E poi vuoi mettere l’effetto scenografico k fà… 0__0 … è da 10 e lode cara Misya… A lunedì cn la ricetta del panettone( uummhh ho già l’acquolina!)
    Saluti a tt le cuokine 😉

  18. Maria Grazia — 7 dicembre 2013 @ 7:49 pm

    Salve ragazze! Due domandine per voi : 1) gli stampi sono in carta? E come si reperiscono, devo proprio chiedere stampi per panettone da 750gr?? Scusate ma non ne ho idea proprio. 2) Quando si riprende l’impasto,si deve impastare di nuovo? Grazie mille

  19. Maria Grazia — 7 dicembre 2013 @ 7:52 pm

    Ah un’altra cosa…scusate ma sto imparando. ..grazie a misya, mi sono approcciata ai fornelli. Bucare la base,significa che devo infilare nel panettone due stuzzicadenti che lo attraversano da parte a parte?? Grazieee

  20. annuccia la puccia — 8 dicembre 2013 @ 1:23 am

    ciao misyetta! buonissima qst ricetta! sai ke l.altro gg al supermercato ho visto qll confezionato e mi sn riproposta d farlo da me, apro il blog e me lo ritrovo! ke telepatia!!! solo una domanda, ma il panettone nn si dovrebbe farcire ogni 2fette x permettere alla gente di prendere la sua fetta cm fosse una fetta d pancarre’ ? o tu lo serviresti cm fosse una fetta d panettone cn lo spikkio tagliato in verticale? baci e grazie!

  21. Marisa — 8 dicembre 2013 @ 6:35 pm

    ciaooooooo ciaooooooooooooo MISYA…sei INCREDIBILE….bravissssima…bello questo panettone gastronomico…purtroppo ho solo una forma …voglio fare il tuo panettone normale…se poi trovo le altre forme lo faro’ anche questo…grazie …ti abbraccio e bacino per ELISA ciaooooooooooo ciaooooooooo UN GROSSO ABBRACCIO PER TUTTE LE MIE SPLENDIDE AMICHE CIAOOOOOOOOOOO ciaoooooooooooooo

  22. Tonia87 — 8 dicembre 2013 @ 8:09 pm

    Che bella idea per le feste ma soprattutto che squisitezza!!! Compro subito lo stampo e lo preparo!!! 😀

  23. Genni — 9 dicembre 2013 @ 12:21 pm

    Fantastico!!! La mamma di una mia amica lo fa e lo adoro e ora voglio proprio provare a farlo anch’io!! Però anche lei come hanno consigliato altre farcisce un disco sì e uno no per potersi servire con fette singole. Certo è vero che certe ricette sono laboriose o più che altro hanno dei lunghi tempi, ma secondo me è solo questione di sapersi organizzare. Io ho un negozio e in questo periodo lavoro 7 gg su 7 ma non rinuncio a cucinare e troverò il modo per fare anche questo!!

  24. Genni — 9 dicembre 2013 @ 12:26 pm

    Una domanda….quando tra la prima ora di lievitazione e le successive 2 dici di riprendere l’impasto, intendi di lavorarlo di nuovo o solo trasferirlo nello stampo? Grazie

  25. paola — 9 dicembre 2013 @ 6:20 pm

    ciao flavia è bellissimo e vorrei provarlo per poi farlo la vigilia di capodanno ma volevo chiederti se è possibile avere il procedimento fatto con il bimby?

  26. federica — 10 dicembre 2013 @ 10:45 am

    misya facendolo il giorno prima poi come lo conservo fino al momento della farcitura?

  27. Valentina — 10 dicembre 2013 @ 7:27 pm

    Scusa Flavia un solo dubbio. Ma facendolo in questo modo chi prende la coppia di fette superiore ha pure il condimento della fetta inferiore, ed essendo 5 fette un tramezzino rimane a metà. Non c’è un altro sistema per far in modo di ottenere tanti tramezzini senza che se uno ne prende uno non ha il condimento di quello sottostante?

  28. Lili — 11 dicembre 2013 @ 12:00 pm

    Ciao a tutti.. Vorrei fare questo panettone ma ho un dubbio.. Con 50 grammi di zucchero e solo un cucchiaino di sale il panettone non rischia di essere un po’ dolciastro? O deve essere così?

  29. Anna — 15 dicembre 2013 @ 3:46 pm

    Brava misya le tue ricette sono sempre ok. Ho fatto il panettone ed è venuto benissimo. Per rispondere alle altre amiche dico che per farlo raffreddare ho usato 4 stecchini da spiedino li ho infilati per due terzi e poi l’ho capovolto in una pentola e non è rimasto umido! Ora lo conserverò in un sacchettino per alimenti così si mantiene morbido faccio così anche per le pizze lievite di Pasqua e restano benissimo. Un saluti a tutte

  30. giudy — 17 dicembre 2013 @ 12:23 am

    Ciao a tutte, misya volevo sapere quanto tempo si può conservare senza farcitura??? Grazie proverò questa ricetta sicuramente…

  31. Misya — 18 dicembre 2013 @ 1:25 pm

    xmary: non dovendolo servire per tante persone, ho farcito tuitti gli strati cosichè ognuno ha preso la sua fetta con tutti i gusti ma in effetti per servrlo ad unbuffet bisognerebe lasciare uno strato vuoto tra un ripieno e l’altro

    xdanny: nono va benissimo così :)

    xmaria grazia: si, gli stampi sono di carta e varia la loro dimensione in base al volume, quello che ho usat io è da 750 gr. l

    xgenny: l’impasto quando si mette nello stampo si deve solo mettere a formna di palla

    xfederica: in una pellicola tasparente

    xlili: si, il gusto è leggermente dolciastro

    xgiudy: un paio di giorni sicuramente, se chiuso per bene

  32. maria attia — 22 dicembre 2013 @ 6:11 pm

    Buona

  33. Annarita — 22 dicembre 2013 @ 10:10 pm

    Ciao Flavia pensi che se lo preparo Domani e lo farcisco a santo Stefano si mantiene soffice x 3 gg???

  34. Annarita — 22 dicembre 2013 @ 10:11 pm

    Ciao Flavia pensi che se lo preparo Domani e lo farcisco a santo Stefano si mantiene soffice x 3 gg??? Grazie per la risp

  35. Misya — 23 dicembre 2013 @ 10:26 am

    Ciao Annarita, non so se si mantiene soffice per 4 giorni, considera che è una preparazione naturale e senza conservanti…

  36. vale — 24 dicembre 2013 @ 12:07 am

    allora non ho chiaro una cosa :quando dici ”nelle planetaria metti prima i liquidi con metà della farina,dopo aggiungi burro e uova,impasti”…e poi subito formi il panetto….ma il resto degli ingredienti quando li metti?????e poi, quando dici ”impastare a lungo”,potresti precisare i minuti???sarei lieta se mi rispondessi…..buone feste,vale.

  37. Rosanna — 12 gennaio 2014 @ 10:27 am

    Grazie per questa bella ricetta! L’ho fatto ed è venuto benissimo.

  38. Rosanna — 12 gennaio 2014 @ 10:32 am

    @vale io ho messo il lievito, latte, zucchero e metà farina nel macchina del pane e ho impastato fino a quando non si è amalgamata tutta la farina, diciamo 5 minuti…poi ho messo uova burro farina e sale (il sale non si mette mai insieme al lievito!). In tutto ho impastato per 20 minuti. Risultato: è venuto uno spettacolo!

  39. laura — 30 gennaio 2014 @ 11:30 am

    Ciao Flavia, posso usare questa ricetta per fare un pan brioche basso nella teglia 24×24?
    Se no mi consigli qualche ricetta per fare quel tipo di pan brioche?

  40. anna maria — 22 marzo 2014 @ 12:12 pm

    ricetta fantastica mi è venuto un pancanasta spettacolare

  41. anna — 2 dicembre 2014 @ 9:39 pm

    ciao flavia posso farlo solo con la farina oo? purtroppo non ho la 0, ho la semola rimacinata ma so che non centra…..piuttosto che differenza c’è tra o e la 00 ?xhè io prendo sempre la 00 . ciao e complimenti sei bravissima

  42. Misya — 3 dicembre 2014 @ 10:29 am

    @anna: La 00 è semplicemente più raffinata della 0… Cambieranno però la quantità di latte assorbita e i tempi di lievitazione 😉

  43. Annamaria — 3 dicembre 2014 @ 10:41 pm

    Ciao,
    volendolo servire domenica alle 16, lo losso preparare venerdi sera, lo avvolgo nella pellicola, lo farcisco sabato sera e poi lo riavvolgo nella pelkicola fino a domenica?
    grazie

  44. Annamaria — 3 dicembre 2014 @ 11:09 pm

    Ciao
    se sostituisco la manitoba alle due farine?
    grazie

  45. Misya — 4 dicembre 2014 @ 10:21 am

    @Annamaria: Secondo me è meglio se lo fai il sabato e lo farcisci la domenica :)
    Per le farina, vai pure, ma attenta alla dose di latte e ai tempi di lievitazione 😉

  46. anna maria — 4 dicembre 2014 @ 6:07 pm

    Ciao
    per i tempi di lievitazione io uso quelli come per fare il panbrioches a treccia.
    2 ore a 40 gradi(il mio forno ha questa temperatura per far lievitare impasti) e poi ancora un ora sempre a 40 gradi.
    vanno bene?
    Grazie

  47. Misya — 4 dicembre 2014 @ 6:16 pm

    @anna maria: A me sembra un po’ altina, io al massimo lo imposto a 30°… Ma se tu ti trovi bene così, immagino che vada bene (come dico sempre, ogni forno è una cosa a sé 😛 ) :)

  48. cristina — 12 dicembre 2014 @ 1:49 pm

    Per motivi di allergia devo utilizzare solo la farina 00.. in questo caso come quantità rimane la stessa?ovvero faccio 600 di 00??
    Grazie

  49. Misya — 12 dicembre 2014 @ 5:48 pm

    @cristina: Sì, ma probabilmente dovrai usare meno latte :)

  50. Sabry — 27 dicembre 2014 @ 10:53 am

    Troppo buono!

  51. Mariantonietta — 18 marzo 2015 @ 4:21 pm

    Ciao Misya, volevo chiederti se potevi darmi la dose da 500 kg… grazie mille

  52. Mariantonietta — 18 marzo 2015 @ 4:26 pm

    volevo prepararlo per Pasqua.. grazie

  53. Misya — 18 marzo 2015 @ 5:48 pm

    @Mariantonietta Devi diminuire di 1/3 tutti gli ingredienti (per le uova, metti 1 uovo intero + 1 tuorlo) 😉

  54. Mariantonietta — 18 marzo 2015 @ 7:40 pm

    Grazie mille

  55. Angela — 16 giugno 2015 @ 9:51 pm

    è strettamente necessario il raffreddamento a testa in giù? ? grazie

  56. Misya — 17 giugno 2015 @ 9:38 am

    @Angela Diciamo che è consigliato, perché se no si rischia che la cupola collassi… Ma non è detto che succeda per forza 😉

  57. Elena — 24 novembre 2015 @ 3:02 pm

    Ciao a tutte.
    Ho acquistato lo stampo per panettone con la cerniera e adesso non trovo una soluzione per ribaltarlo nella fase di raffreddamento.
    Qualcuno saprebbe aiutarmi?

  58. Misya — 24 novembre 2015 @ 5:52 pm

    @Elena Se non è venuto troppo “a fungo” puoi provare a poggiare i bordi su qualcosa (ad esempio delle pentole piene, col coperchio chiuso)…

  59. Nunzia — 7 dicembre 2015 @ 6:01 pm

    Ciao misya mi sono cimentata a provare la ricetta…. anche in foto da te vedo che nella prima lievitazione l’impasto da palla prende la forma della ciotola però non diventa molto alto.. è normale? perchè anche a me sembra si mostri così e non so se ha lievitato bene oppure no….
    Formando la palla e mettendolo nello stampo così come lo vedo io anche nella tua foto (che è come il mio ma non so se lievitato o meno) riuscirà a lievitare fino al bordo dello stampo di carta? Sono indecisa se buttare l’impasto e riprovarci….

  60. Misya — 9 dicembre 2015 @ 12:43 pm

    @Nunzia In ritardo, scusa :( Alla fine che hai fatto?

  61. Nicolettacaraviello — 9 dicembre 2015 @ 7:49 pm

    Buonissimo e molto facile complimenti

  62. Misya — 10 dicembre 2015 @ 9:42 am

    @Nicolettacaraviello Grazie mille!

  63. Nunzia — 10 dicembre 2015 @ 12:13 pm

    Alla fine non è riuscito, non ha lievitato, ho buttato via tutto…. La mia amica mi ha detto che è meglio usare il mastro fornaio come lievito… Oggi l’ho trovato al supermercato e l’ho acquistato…. mi cimenterò a farlo prima di natale così spero di arrivare a farlo bene e portarlo in tavola a natale :)

  64. elena — 10 dicembre 2015 @ 1:00 pm

    Io l’ho fatto ed è venuto fantastico.
    Solo un paio di accorgimenti:
    ho messo l’impasto direttamente nello stampo del panettone (ho saltato la fase ciotola)
    ho messo a lievitare in forno (l’avevo acceso a 50° per 2 minuti in modo che nn fosse freddo)con una ciotolina con acqua, coperto da un canovccio.
    Dopo 3h di lievitazione l’ho fatto cuocere lasciando nel forno la ciotolina di acqua…
    Non so se questo ti può aiutare :)

  65. Misya — 10 dicembre 2015 @ 6:14 pm

    @Nunzia Ma perché, scusa, che lievito avevi usato??

  66. Nunzia — 11 dicembre 2015 @ 12:07 pm

    avevo usato il lievito della Conad che andava sciolto in acqua tiepida e fatto attivare per dieci minuti…

  67. Misya — 11 dicembre 2015 @ 6:49 pm

    @Nunzia Allora decisamente sì! Anzi, meglio ancora, usa il lievito fresco: con quello secco quasi sempre i tempi di lievitazione aumentano (fino al raddoppio e più!)

  68. Nerti — 14 dicembre 2015 @ 4:35 pm

    Ciao!Grazie x le bellissime ricette.
    Vorrei chiederti una cosa. Vorrei fare il panettone gastronomico stasera ma ho trovato lo stampo da 1kg. Posso sapere xfavore se è possibile,le dosi x lo stampo da 1kg? Grazieeee

  69. Nunzia — 14 dicembre 2015 @ 6:06 pm

    Fresco intendi quello comprato al panificio per esempio? perchè quello l’ho provato pure una volta ma non mi sono trovata molto bene…. cmq ti farò sapere penso di rifarlo questa settimana e vediamo cosa ne verrà fuori…grazie mille

  70. Misya — 14 dicembre 2015 @ 6:17 pm

    @Nerti Devi fare la proporzione, aumentando di 1/3 tutti gli ingredienti, come ho fatto io qui per quello dolce: http://www.misya.info/guide/come-adattare-le-dosi-di-pandoro-e-panettone-agli-stampi

  71. Misya — 14 dicembre 2015 @ 6:19 pm

    @Nunzia Intendo il cubetto di lievito di birra che trovi di solito nel banco frigo

  72. Nerti — 14 dicembre 2015 @ 8:22 pm

    Grazieeee milleee!

  73. Nunzia — 16 dicembre 2015 @ 9:41 am

    Ah ok grazie! ma il latte va messo a temperatura ambiente? anche se adesso essendo inverno è più fresco anche fuori dal frigo?

  74. Misya — 16 dicembre 2015 @ 11:23 am

    @Nunzia Diciamo che non dev’essere freddo-freddo, ma al massimo leggermente tiepido

  75. Nunzia — 16 dicembre 2015 @ 4:39 pm

    grazie io per si e per no esco tutto prima burro uova e latte. il latte lo scaldo un pochino giusto per dare un po’ di calore….

  76. Misya — 16 dicembre 2015 @ 6:09 pm

    @Nunzia L’importante è che non sia troppo freddo (se no la lievitazione sarà più lenta) o troppo caldo (per non far morire il lievito)
    Forse questa guida può esserti utile: http://www.misya.info/guide/lieviti-e-lievitazione

  77. Claudio — 23 dicembre 2015 @ 8:34 am

    Gli strati dovrebbero essere doppi, per poterli prendere come tartine, se no, come si fa a mangiarlo ?

  78. Misya — 23 dicembre 2015 @ 10:13 am

    @Claudio Sì, ma come ho scritto, io ho scelto di servirlo in modo un po’ particolare: 1 fetta a testa per ogni invitato 😉

  79. Mariantonietta — 23 dicembre 2015 @ 7:49 pm

    Questo panettone lo preparo sempre è uno spettacolo… complimenti a Misya per la ricetta

  80. Misya — 24 dicembre 2015 @ 10:14 am

    @Mariantonietta Grazie mille!

  81. Lau — 30 dicembre 2015 @ 5:19 pm

    Ciao Misya! Sto provando a fare questo meraviglioso panettone salato…però l’impasto dopo averlo mescolato con la planetaria è rimasto molto appiccicoso ed elastico ma lavorarlo con le mani per dargli una forma tonda risulta molto difficoltoso…ora l’ho ugualmente lasciato a lievitare x un’ora nella speranza venga bene. Secondo te può riuscire ugualmente o deve essere più compatto? E nel caso cosa posso aver sbagliato? Grazie mille

  82. Brigida — 30 dicembre 2015 @ 10:07 pm

    L’ho preparato, ha lievitato tanto …solo che è per domani, quindi volevo sapere come conservarlo….lo lascio nel forno a testa in giu ? :)

  83. Misya — 4 gennaio 2016 @ 11:54 am

    @Lau È normale che sia abbastanza morbido, nel caso ci si può aiutare con un pochino di farina sulle mani… Alla fine com’è venuto?

    @Brigida Una volta freddo, si può conservare diritto, in una busta per alimenti. Tu alla fine come hai fatto?

  84. Brigida — 4 gennaio 2016 @ 12:19 pm

    L’ho lasciato dritto, nel forno raffreddato tutta la notte e l’ho farcito il giorno seguente, una volta farcito si è mantenuto ottimo e morbidissimo anche per il giorno dopo….veramente ottimo ho ricevuto i complimenti da tutti…..si mantiene benissimo anche senza metterlo in busta : ) a me è durato 3 giorni

  85. Misya — 4 gennaio 2016 @ 12:32 pm

    @Brigida Bravissima!!

  86. Nunzia — 4 gennaio 2016 @ 4:42 pm

    io purtroppo non ho potuto più provarlo perchè non ho trovato lo stampo…. proverò di certo il prima possibile… leggendo i commenti allora sono certa che era nell’impasto o nel lievito il mio flop…

  87. Misya — 4 gennaio 2016 @ 6:42 pm

    @Nunzia Be’, se riproverai fammi sapere del risultato!

  88. Lau — 5 gennaio 2016 @ 12:43 am

    Alla fine ne ho fatti due…per il primo ho seguito alla lettera la ricetta ma era impossibile lavorarlo a mano come ti dicevo nell’altro commento però cmq è lievitato tanto, si è cotto bene e l’unica pecca era l’aspetto che non era il massimo appariva tutto bucherellato…ma nel secondo che ho fatto ho aggiunto 100 gr di farina ed è venuto perfetto senza alcun difetto anzi quasi da catalogo!! Infatti è stato apprezzatissimo da tutti!! Complimenti per la ricetta!!!

  89. Misya — 5 gennaio 2016 @ 9:54 am

    @Lau Ma hai usato una buona farina 0?

  90. carmela — 12 febbraio 2016 @ 4:59 pm

    ciao misya e se farei 300farina00 e 300farina manitoba il resto delle dosi le devo rimanere uguali

  91. carmela — 12 febbraio 2016 @ 5:02 pm

    ciao misyia io ho lo stampo in alluminio lo devo per forza capovolgere xche non so come fare

  92. Misya — 12 febbraio 2016 @ 6:32 pm

    @carmela Se fai 300 e 300 usi le stesse proporzioni mie, quindi devi mettere tutti gli ingredienti nelle stesse quantità che ho usato io
    Mi sa che devi solo sperare che non ti si afflosci la cupola :/

  93. carmela — 12 febbraio 2016 @ 11:47 pm

    No allora seguo la tua ricetta che già so che è buono e morbido ,ti volevo anche chiedere ho lo stampo in alluminio come faccio a capovolgere dopo cotto oppure non è il caso

  94. Misya — 15 febbraio 2016 @ 10:30 am

    @carmela Diciamo che è consigliato farlo raffreddare a testa in giù perché se no si rischia che la cupola collassi, ma non è detto che succeda per forza. ComunqueaSe non è venuto troppo “a fungo” puoi provare a poggiare i bordi su qualcosa (ad esempio delle pentole piene, col coperchio chiuso)…

      
TAGS: Ricette di Panettone gastronomico | Ricetta Panettone gastronomico | Panettone gastronomico