Il casatiello è la tipica torta rustica napoletana, forse è il rustico più famoso che si prepara a Napoli nel periodo di Pasqua. Sebbene i nomi casatiello e tortano siano spesso utilizzati come sinonimi, essi differiscono per il modo in cui vengono utilizzate le uova nella preparazione.
Nel primo le uova vengono messe intere e crude e sono parzialmente sporgenti e ben visibili sul rustico, nel tortano invece, le uova vengono fatte sode, tagliate a pezzi e messe nell’impasto.
Il casatiello rappresenta la Pasqua e ne conserva i simboli: il salame, il pecorino e le uova fissate con delle croci di pasta. Questo rustico napoletano è ottimo sia caldo che freddo, in particolare da mangiare come colazione al sacco per le gite nel giorno di Pasquetta.
La tradizione vuole che venga preparato il venerdì sera, lieviti l’intera nottata del venerdì santo per poi essere infornato la mattina seguente.
Questa è la ricetta che ho modificato quest’anno, buona Pasqua a tutti ;)

Ingredienti per uno stampo da 32 cm:
600 di farina 00
300 ml di acqua
12 gr di lievito di birra
150 gr di strutto
400 gr tra salame tipo napoli,prosciutto cotto e pancetta
400 gr tra provolino,provolone e fontina
70 gr di pecorino
4 uova
sale
pepe

Tempo di preparazione: 50 min
Tempo di cottura: 1 ora
Tempo totale: 1 ora 50 min + 4 ore lievitazione

Come fare il Casatiello napoletano

Disporre la farina a fontana su una spianatoia.
Sciogliere il lievito in acqua tiepida e aggiungerlo lentamente alla farina.

farinalievito3.JPG

Iniziare ad impastare per far assorbire man mano l’acqua alla farina.
Aggiungere man mano la sugna facendola assorbire all’impasto (tenerne un po’ da parte per ungere lo stampo e per cospargere il tutto prima di infornarlo), aggiungere poco sale e una bella manciata di pepe.

nzognaepepe.JPG

Lavorare a lungo l’impasto in modo molto energico, aggiungendo man mano la sugna e il pecorino.

Formare una palla con l’impasto, disporlo su una spianatoia e far lievitare l’impasto per 1 ora circa.

impastocasatiello1.JPG

Stendere l’impasto su una spianatoia infarinata con uno spessore di 1 cm circa. (Lasciare da parte un po’ di pasta per le striscioline!)

impastocasatiello5.JPG

Disporre su tutta la superficie della pasta il ripieno (gli affettati e i formaggi vanno tagliati a dadini), spolverizzare con il pecorino. Arrotolare con delicatezza il più strettamente possibile.

arrotolareimpastocasatiello.JPG

Ungere lo stampo da casatiello con abbondante strutto, disporvi il rotolo di pasta a ciambella, unendone bene le estremità.
Farlo lievitare per tutta la notte (per velocizzare i tempi potete farlo crescere per 3 ore in un luogo caldo coperto con un canovaccio).

Fare dei buchi ad intervalli regolari e disporvi dentro le uova lavate e asciugate. Fermare le uova con delle striscioline incrociate fatte con la pasta che avete tenuto da parte, quindi ungere il casatiello con lo strutto su tutta la sua superficie.

Infornare il casatiello napoletano in forno preriscaldato a 160°C per un’oretta.

Lasciar intiepidire il casatiello, tagliare a fette e servire :P

Condividi ricetta su Facebook

Ricette simili

Ricette simili o con gli stessi ingredienti di Casatiello
delle feste, ricetta di

Categorie ricetta

Tutte le categorie in cui è presente questa ricetta

Ricette per ingrediente

Elenco di ricette che utilizzano questi ingredienti

Lascia un commento

Casatiello
Vota la ricetta e commentala
5 stelle in base a 68 voti

67 commenti alla ricetta

Casatiello
  1. Comment di le uova sul casatiello — 18 marzo 2008 @ 12:32 pm

    Ciao! Ma le uova da sistemare sul casatiello devono essere già sode o crude e poi si cuocciono insieme al casatiello?Grazie!!
    Simona

  2. Comment di Misya — 18 marzo 2008 @ 12:42 pm

    ciao simona le uova vanno messe crude e poi si cuociono nel forno insieme al rustico.

  3. Comment di Vincenzo — 18 marzo 2008 @ 7:42 pm

    Ciao Flavia scusami io ricordo che si prepara il venerdì sera e si inforna il sabato mattina.
    Ora ti domanda con questo tipo di ricetta si può fare?
    ciao e grazie

  4. Comment di panettona — 18 marzo 2008 @ 9:46 pm

    non vedo l’ora di vedere le foto ! sarà buonissimo!

  5. Comment di panettona — 19 marzo 2008 @ 10:56 am

    scusami tanto per tutte questi commenti! ieri sera non me li faceva inviare… ora li ritrovo tutti! scusa davvero…
    se vuoi cancellane qualcuno… ne lasci uno soltanto.
    scusami ancora…

  6. Comment di Misya — 19 marzo 2008 @ 11:04 am

    xvincenzo: si, si può anche infornare il giorno dopo, il top sarebbe far cuocere il casatielo nel forno a legna… ah che ricordi!

    xpanettona: scusa di cosa???non è colpa tua, ho un pò di casini con il sito,lo sto spostando su un altro server. Il sito fa le bizze, ma spero di risolvere al più presto. Ho visto il tuo sito.. ma sei bravissima con le decorazioni!!!! complimenti :)

  7. Comment di panettona — 21 marzo 2008 @ 6:42 pm

    ciao! finalmente dopo vani tentetivi riesco ad accedere al tuo blog!
    ecco sveleto il perchè non riuscivo!
    grazie per i complimenti! le decorazioni mi appassionano molto… a dire il vero tutto ciò che è commestibile mi appassiona :)
    cmq il tuo bolg è davvero molto interessante…
    spero di riuscire a farti visita spesso …
    auguri du buona pasqua se non riesco a farti visita ancora…
    a presto

  8. Comment di letizia — 21 marzo 2008 @ 7:12 pm

    grazie a te ho riscoperto la voglia di cucinare xchè le tue ricete sono semplici e ben spiegate.Vorrei chiederti se si può sostituire lo strutto con altro ingrediente grazie e BUONA PASQUA!!!!!!!!!!!!!

  9. Comment di Ososita — 26 marzo 2008 @ 8:45 am

    Ciao Misya! E’ da qualche settimana che visito assiduamente il tuo blog (ho già provato 3 o 4 ricettine!) e devo assolutevolissimevolmente (!!!) farti i complimenti per l’idea e l’ottima realizzazione. Adoro il fatto che spieghi e fotografi passo a passo le procedure, soprattutto quando c’è da fare un impasto. Eh sì, chiedetemi tutto ma gli impasti mi mettono sempre in difficoltà! Non so mai se sono abbastanza morbidi o meno, ad esempio. Non ti dico il macello della mia prima pizza! Mi sono trovata con pezzi di pasta fino al gomito… A volte la mia capacità di fare disastri mi spaventa :P
    Cmq, ti mando un abbraccio e sappi che ormai sono una tua fan, quindi TORNERO’!!! (ok non voleva sembrare una minaccia!!)
    Ciao ciao!!

  10. Comment di panettona — 26 marzo 2008 @ 10:37 am

    finalmente le foto!!!
    complimenti!
    da noi ( nonostante siamo vicine… il casatiello è una cosa completamente diversa: la versione salata della pastiera :) )
    è bello vedere che le tradizioni sono così tante e , soprattutto, così buone…
    a presto!

  11. Comment di laura — 26 marzo 2008 @ 6:23 pm

    ciao Mysia volevo chiderti una cosa, perche quando faccio la torta con le pere vanno a finire sempre sul fondo ‘? grazie laura

  12. Comment di elisa — 27 marzo 2008 @ 12:59 am

    ciao! avevo detto che ti avrei dato la mia ricetta della torta delle rose… anche se dopo moltissimo tempo eccola qua! ^__^

    DOSI PER L’IMPASTO
    • 50g di lievito di birra
    • ¾ di un bicchiere di latte tiepido
    • 3 cucchiai di zucchero
    • 4 uova (3 normali, 1 piccolo)
    • 3 cucchiai di olio di semi
    • 1 bustina di vanillina
    • Buccia grattugiata di 2 limoni (o arance)
    • Un pizzico di sale e farina quanto basta per un impasto morbido

    DOSI PER LA CREMA
    • 100g di zucchero
    • 100g di burro

    ~ ~ ~ ~

    PREPARAZIONE
    Fare l’impasto sciogliendo il lievito con il latte tiepido, unire lo zucchero, l’olio, le uova e la farina necessaria.
    Mettere a lievitare per un paio d’ore. Dopo aver fatto lievitare incorporare la buccia di limone o arancia grattugiata. Tirare una sfoglia alta mezzo centimetro e su questa spalmare la crema fatta sbattendo a spuma il burro con lo zucchero. Con la sfoglia fare un rotolo e tagliare dei rotolini larghi circa 2.5 cm. Imburrare ed infarinare una teglia e disporre i rotoli staccati l’uno dall’altro. Lasciate lievitare per altre due ore. Infornare a forno lento e poi alzare il calore (eventualmente coprire con carta perché non si bruci).
    Tempo di cottura 1 ora circa(dipende dal forno).

  13. Comment di valeria — 3 aprile 2008 @ 11:52 am

    Ciao Mysia,
    anzitutto complimenti per il blog, davvero entusiasmante, trasmetti passione in quello che fai e non è poco!
    Anche io amo cucinare ma ho poco tempo, però, quando posso, mi dedico soprattutto ai dolci. Ne ho molti di preferiti ma quello che in assoluto mi piace di più è il casatiello pasquale dolce….e sono sempre alla ricerca di nuove ricette e dosi per perfezionare al massimo questo dolce. Che ne dici di interpellare l’amico Peppe a riguardo?Mi farebbe molto piacere provare la tua futura interpretazione del casatiello dolce……Ciao e buon lavoro!Valeria

  14. Comment di LUCIA81 — 7 aprile 2008 @ 9:07 pm

    Ho provato questa ricetta ed è venuta davvero perfetta! Complimenti per il tuo blog,ci sono tante ricette tutte da provare!!! CIAO

  15. Comment di Misya — 9 aprile 2008 @ 9:57 am

    scusate per non aver risposto ai messaggi e non aver ricambiato gli auguri.. lo faccio ora, sono ancora in tempo? baci baci :****

    xososita: torna pure quando vuoi, per me è un piacerone.. benvenuta nel blog allora :*

    xpanettona: conosco una versione dolce che si chiama casatiello, ma essendo napoletana x me il casatiello è solo uno :P

    xlaura: di quale ricetta parli?

    xelisa: proverò anche questa :P

    xvaleria: purtroppo non vedo più tanto spesso peppechef e non ho la minima idea di co0me sia la ricetta del casatiello dolce…. forse qualcun altro che legge il blog può aiutarti…. casatiello a parte, grazie mille per il messaggio, sapere di trasmettere qualcosa a qualcuno è molto gratificante. a presto :*

    xlucia: sono contenta che ti sia piaciuta la ricetta. a presto :*

  16. Comment di valentina — 11 aprile 2009 @ 11:01 pm

    ciao mysia….ho 15 anni e il tuo blog mi piace un casino mi hai trasmesso la passioe dlela cucina e dopo scuola o nel tempo libero sto sempe in cucina a fare qualk tua ricett…..
    ma il casatiello di mia nonna è sicuro più buono di quelo d peppe…mi spiace….
    ciao e grazie mille per mille idee

  17. Comment di Zea — 29 ottobre 2009 @ 1:14 pm

    Ciao, ho provato questa ricetta nel periodo di Pasqua con 2 piccole varianti: al posto dello strutto/sugna ho messo l’olio extravergine di oliva e non ho
    aggiunto le uova (come decorazione). é venuto buonissimo ;)

  18. Comment di solaria — 28 agosto 2010 @ 5:36 pm

    Ciao Misya..innanzitutto complimentoni! Le tue ricette per me sono sempre un successo assicurato. Volevo chiederti una cosa in merito al casatiello.
    Ma per farlo lievitare tutta la notte occorre riporlo in frigo? Perchè l’idea di impastarlo ed infornarlo il giorno dopo cade proprio a pennello per le mie esigenze!Ho un’ulteriore domanda…se invece di stendere l’impasto,per poi farcirlo e riarrotarlo si unissero formaggi e salumi..come dire..”impastandoli”, verrebbe bene a tuo parere? Perchè la mia idea era quella di dargli la forma di piccoli panini, proprio come fa il mio fornaio.
    Grazie mille!
    buona serata

  19. Comment di fiorenza — 30 settembre 2010 @ 12:23 pm

    scusate l’ignoranza..ma che cos’è la sugna?..:)
    grazie

  20. Comment di solaria — 30 settembre 2010 @ 9:55 pm

    Ciao Fiorenza…mi permetto di risponderti io.La sugna, anche detta “strutto”, è il grasso che si ottiene dalla fusione di diverse parti del maiale.La potrai trovare facilmente al supermercato o dal macellaio.

  21. Comment di Alessia — 27 ottobre 2010 @ 10:08 pm

    ma invece dello strutto posso mettere l’olio d’oliva?

  22. Comment di criss — 27 febbraio 2011 @ 11:03 am

    salve ragazzi io il casatiello lo faccio sempre come minimo 2 volte alla settimana !!! e buonissimo ( napoletano doc)

  23. Comment di criss — 27 febbraio 2011 @ 11:05 am

    ciao alessia io ci metto sempre l’olio extravergine , anche perchè a parma lo strutto e difficile da trovare

  24. Comment di LUCIANA — 16 marzo 2011 @ 4:34 pm

    Ciao a tutti, sono di napoli e ho visto le due ricette casatiello e tortano, si dice che l’unica differenza sta nelle uova ma io vedo proprio un impasto diverso, quello del casatiello è più luciso e dopo è diverso, dopo la cottura intendo.Mi chiedevo se gli ingredienti sono gli stessi come fanno ad essere diversi, quello che faccio io viene come il tortano ma sarei interessata a farlo venire come il casatiello.mi aiutate per favore?

  25. Comment di luciana — 16 marzo 2011 @ 4:39 pm

    ciao vorrei una spiegazione se è possibile, sono napoletana e ho visto le due ricette casatiello e tortano, dite che sono uguali se non fosse per le uova ma io vedo un impasto totalmente diverso, quello del casatiello si presenta più lucido e anche dopo la cottura si presentano diversi, visto che quando lo faccio io viene uguale al tortano mi aiutate a farlo venire uguale al casatiello?ma se gli ingredienti sono diversi come si fa?

  26. Comment di Alessia — 19 aprile 2011 @ 3:40 pm

    Per misya o per chi legge mi potete dire se al posto dello strutto ci posso mettere qualcos’altro?

  27. Comment di lucio — 20 aprile 2011 @ 2:21 pm

    la differenza tra casatiello e tortano è semplice da che io ricordi il casatiello e’ fatto solo con la sugna pepe i cicoli e pezzetti di pecorino e le uova sopra come decoro,nel tortano invece vanno i salumi e formaggi tagliati e le uova anch’esse tagliuzzate ma nn sopra.il casatiello e’ ottimo per accompagnare le fave fresche.

  28. Comment di Terry — 20 aprile 2011 @ 10:39 pm

    Che buono il casatiello!!! Da napoletana non posso non adorarlo! Venerdì mia madre lo preparerà, non vedo l’ora! Squisito.

  29. Comment di Misya — 21 aprile 2011 @ 8:59 am

    xluciana: la qualità delle foto o la cottura fanno la differenza :)

    xAlessia: credo che lo strutto sarà imprescindibile nel casatiello

    xlucio: mia nonna lo fa ancora così, il casatiello nasce come cibo povero, poi si è arricchito col tempo

    xterry: anch’io lo faccio domani!

  30. Comment di Bizzarro — 21 aprile 2011 @ 12:19 pm

    BEL BEL BEL BEL ; BUONISSIMO , GRAZIE ♥

  31. Comment di Alessia — 21 aprile 2011 @ 1:15 pm

    Domani lo provo anch’io!

  32. Comment di lucio — 21 aprile 2011 @ 1:19 pm

    bhe dall’odore che sento nel mio condominio penso che un po’ tutti si siano messi all’opera tra casatielli tortani e pastiere….vi ricordo che la” nzogna”fa mantenere il tutto buono per diversi giorni.
    chi ha la ricetta della pastiera con le tagliatelle credo sia di origine casertana l’ho provata una volta ed era molto buona…

  33. Comment di Gianluca — 21 aprile 2011 @ 5:46 pm

    Ciao Misya come sempre complimenti per le ricette! VOlevo dirti che avrei intezione di farlo semplicemente con i cicoli! Secondo te devo comunque mettere il formaggio?

  34. Comment di manuela — 23 aprile 2011 @ 10:29 am

    ciao misya,
    ho provato a fare il casatiello con la tua ricetta…..devo dire che l’impasto risultava molto unto con tutto quello strutto e ho dovuto aggiungere altra farina per lavorarlo perchè mi si appiccicava alle mani!!!! poi dopo cotto mi è rimasto di colore bianco non è uscito con un bel colore come il tuo !!!! ma come mai???? grazie e buona pasqua manu (devo ancora assaggiarlo ti faro’ sapere come è di gusto)

  35. Comment di Gianluca — 23 aprile 2011 @ 10:32 am

    Manuela facci sapere che io stasera vorrei prepararlo

  36. Comment di manuela — 23 aprile 2011 @ 4:48 pm

    per gianluca: lo abbiamo mangiato per pranzo , veramente sublime!!! grazie misya

  37. Comment di Gianluca — 23 aprile 2011 @ 10:33 pm

    Ho appena finito di farlo adesso sta in forno a lievitare e domani lo cuocio. Speriamo bene! L’ho fatto solo con cicoli…

  38. Comment di Anna Maria — 29 aprile 2011 @ 8:44 am

    Grazie ancora per le tue ricette, ho provato anche questa,come sempre vista la tua spiegazione le foto la ricetta e risultata semplice. in 2 giorni mi e toccato farlo 2 volte questo ti indica in quanto tempo e finito, e come possa essere piaciuto. grazie anna maria

  39. Comment di imma — 30 aprile 2011 @ 5:27 pm

    misya lo sai il casatiello l’ ho preparato a pasqua che bontà anche se a dire la verita mi piacciono di più i dolci ma anche quelli rustici sono molto buoni. Ne ho preparato e mangiato molti dei tuoi dolci anche a mia figlia e le sono piaciuti molto anche a me a dir la verità insisteva perchè voleva che io gle li preparavo e non mi dava pace.

  40. Comment di Terry — 4 maggio 2011 @ 2:02 pm

    il casatielllo è davvero buono mmmmmmmmmmmmmmm

  41. Comment di lalli — 14 giugno 2011 @ 7:33 pm

    uauuuuuuuuuuuuuuuuuu!!!!che prelibatezza !!!!deve essere squisitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!complimenti!!!

  42. Comment di Anna Maria — 27 luglio 2011 @ 8:30 pm

    Dalla prima volta che ho fatto il Casatiello, sono passati quasi 3 mesi, mi tocca farlo almeno 2 volte alla settimana.
    Oggi nel farlo, (ho sempre messo l’olio al posto dello strutto ma oggi ho messo l’olio aromatico (la ricetta che hai consigliato di fare)).
    Successone …………………è già finito.
    Anna Maria

  43. Comment di adriana bonardo — 21 marzo 2012 @ 5:19 pm

    addirittura le uova col guscio e lo stampino….hahahaha

  44. Comment di Valentina — 23 marzo 2012 @ 11:45 am

    Una volta pronto il casatiello, le uova restano con la coccia??!!! posso cucinarle sode, sbucciarle e metterle così??
    grazie

  45. Comment di Valentina — 23 marzo 2012 @ 12:19 pm

    Ciao! ma le uova sono con tutto il cuscio?? posso metterle sode sbucciate?? altrimenti si sente la coccia dell’uovo..
    grazie!!!

  46. Comment di Amy Oehling — 3 aprile 2012 @ 2:16 am

    Bella casatiello!! In America we say yum!!! LOVE IT!! Ciao !! Amy :)

  47. Comment di elisa — 6 aprile 2012 @ 9:31 am

    fantastica ricetta. ho vissuto a napoli 24 anni e la mia mamma lo faceva spesso perche’ il mio papa’ era napoletano ed amava le tradizioni.Grazie per questa pasqua mi cimentero’ anch’io . grazie ancora

  48. Comment di anna — 6 aprile 2012 @ 10:38 am

    complimentissimi è molto buono……….l’ho fatto anche io….una meraviglia!

  49. Comment di maria — 7 aprile 2012 @ 6:06 am

    Grazie,
    ho sempre pensato che con il tempo avrei preso le ricette dalla mia mamma, ma poi ho perso entrambi anche molto anziani, ma mi sono resa conto che non avevo preso appunti delle cose che faceva mia madre. Anche se a dir la verità il casatiello a Pasqua era compito di mio padre e guardando le immagini della tua ricetta ho rivisto il casatiello di mio padre. Mamma faceva tutto il resto.
    Quello che non ricordo e se mamma aggiungeva alla crema di grano e di ricotta la crema pasticcera. Comunque grazie sono entrambe buonissime. Complimenti!

  50. Comment di stefania — 7 aprile 2012 @ 1:32 pm

    Fatto buonissimo…..è stato un successo!!!!!

  51. Comment di stefania — 7 aprile 2012 @ 1:36 pm

    x valentina.le uova vanno con tutto il guscio,le devi prima lavare e asciugare….non ti preoccupare non si sentirà il guscio…

  52. Comment di maria — 7 aprile 2012 @ 7:39 pm

    Ciao Misya,
    complimenti …. oltre che una bravissima cuoca sei anche un’ottima comunicatrice…….le tue ricette sono appetitose davvero. Oggi ho fatto il casatiello e la pastiera. Ma ho un piccolo problema….come posso conservare il casatiello perchè si conservi qualche giorno, almeno finchè non arrivano i miei figli da fuori?
    Poi volevo chiederti come mai alla fine della cottura mi è rimasto un pò bianco e non colorito come il tuo? Al posto della sugna posso usare qualcosa altro?
    Ti ringrazio e ti auguro Buona Pasqua

  53. Comment di elisa — 8 aprile 2012 @ 8:25 am

    ciao Misya anche quest’anno ho fatto il casatiello, ma quest’anno ho cotto unpo’ le uova prima perche’ l’anno scorso erano rimaste crudine. per dorarli sopra poi ho passato un tuorlo d’uovo grazie per le tante ricette che ci regali

  54. Comment di lucia23 — 8 aprile 2012 @ 7:29 pm

    potrei sapere per favore se al posto della sugna posso mettere 250 gr di olio?

  55. Comment di rosy — 10 aprile 2012 @ 12:01 pm

    ciao
    davvero squisito

  56. Comment di tonia — 8 giugno 2012 @ 1:20 pm

    ma in estate poi nn credo ke i salumi all’interno si mantengano per tutta la notte

  57. Comment di elisa — 9 giugno 2012 @ 11:20 am

    anche io ho fatto, come tutti gli anni a Pasqua, il casatiello ed anch’io ho cotto un po’ le uova. per quanto riguarda la domanda di tonia i salumi per una notte d’estate non è il caso. Infatti il casatiello è un piatto tipicamente pasquale. Però se la lievitazione con i salumi si fa in due ore e poi si cuoce subito allora può diventare un rustico da mangiare anche d’estate.

  58. Comment di poziomka — 20 giugno 2012 @ 6:30 pm

    qui da me a Caserta il casatiello è sia salato che…dolce!
    e com’è buono quello dolce…io lo adoro nel latte e caffè freddo…la mia cara nonna paterna lo faceva che era la fine del mondo e lo cuoceva nel forno a legna…ma purtroppo le mie zie nn sono capaci come lei e a loro viene o troppo duro (sembra un mattone…o.O) o nn cotto bene…solo al forno l’ho potuto mangiare+decente…qualcuno di voi conosce la ricetta?è quello al sapore di anice (se nn erro…), bello alto e ricoperto di glassa bianca (si chiama allo zucchero?) e tutti confettini colorati :D
    alcuni qui da me lo chiamano “colomba”, ma nn ha nulla a che fare con le tipiche colombe che si vendono nei super…questo è di gran lunga migliore!!!!!

  59. Comment di Ada — 29 marzo 2013 @ 5:26 pm

    Mi piace molto ! Bravi napoletani.
    Io sono russa di San-Pietroburgo.

  60. Comment di antonella — 30 marzo 2013 @ 3:33 pm

    ricetta fantastica……. complimenti!!!!!!!!!!!!

  61. Comment di Ivana — 2 aprile 2013 @ 12:33 pm

    Per il cenone di San Silvestro cercavo la ricetta dei muffin salati perchè mia nipote è vegetariana e ho provato la tua ricetta ottenendo un gran successo.
    A Pasqua ho voluto provare a fare il casatiello e la torta al formaggio seguendo le tue indicazioni e anche stavolta ho fatto centro.
    Sei bravissima e rendi tutto facile nelle spiegazioni……d’ora in poi se mi servirà una ricetta seguirò solo te!!!!!!!!!
    Ho già messo tra le mie preferite, quella dei cupcake e del ciambellone alla nutella……il 4 aprile è il compleanno di mio figlio e sabato festeggerà con i suoi compagni di classe e visto che è l’ultimo anno di elementari, vuole farlo alla grande!!!!!!
    Ti farò sapere se i bambini e le mamme avranno gradito….
    Ciao e grazie
    Ivana

  62. Comment di Edma — 7 aprile 2014 @ 11:18 pm

    Ciao sono una nuova iscritta ,mi sono imbattuta per caso nel tuo sito ^_^
    volevo complimentarmi con te ,sei bravissima e anche molto simpatica ,
    l’avevo intuito che eri paesana mia ^_^ io sono Napoletana e abito da diversi anni a Milano diciamo (mezza milanese ) ma con un attaccamento quasi morboso
    alle sue radici specialmente culinarie ,sono felice di averti incontrata sul mio cammino ti verrò a trovare spesso ciao e buon lavoro Misya .

  63. Comment di Misya — 8 aprile 2014 @ 5:02 pm

    Ciao Edma, benvenuta!

  64. Comment di Stefania — 13 aprile 2014 @ 7:54 am

    Scusa mysia 12 gr di lievito solo? Ma ho letto la ricetta del tortano e dice 25 gr e giusto?

  65. Comment di Barbara — 22 aprile 2014 @ 11:54 am

    Flavia, se non potessi usare lo strutto come potrei sostituirlo? l’olio d’oliva andrebbe bene? Grazie mille

  66. Comment di Elvira — 22 aprile 2014 @ 1:31 pm

    Ciao ho provato la ricetta del casatiello e’ venuto un po’ asciutto ma buono la cosa migliore e’ scaldarlo nel forno se avanza tagliato a fette!!!

  67. Comment di Giovanni — 22 aprile 2014 @ 10:21 pm

    Ciao misya ho fatto il casatiello con la tua ricetta e’ stato un successo…grazie infinitamente

      
TAGS: Ricette di Casatiello | Ricetta Casatiello | Casatiello